Umiltà e volontà per migliorarsi. Il Pastry Chef Vincenzo Romano

Umiltà e volontà per migliorarsi. Il Pastry Chef Vincenzo Romano

Come riporta il numero N.339 della rivista IL CUOCO:

L’ENTUSIASMO DI UN RAGAZZINO E L’ESPERIENZA DI UN ADULTO SONO I DUE VOLTI DELLA STESSA PERSONA, OGGI COMPONENTE
NIC E PRONTO SEMPRE A METTERSI IN GIOCO!

In questo numero de “Il Cuoco” abbiamo il piacere di presentare un giovane emergente della pasticceria, il Pastry Chef Vincenzo Romano.

Vincenzo, 32 anni, lucano, fin da piccolo ha avuto un debole per la pasticceria. Diplomatosi all’Istituto Alberghiero di Potenza, ha lavorato in diverse realtà della Basilicata. Ha avuto sempre una grande passione e una grande voglia di migliorarsi continuamente frequentando scuole di specializzazione.

Ha lavorato in un hotel lussuoso con ristorante Michelin “star” al suo interno ed anche in Inghilterra, dove ha conosciuto colleghi che hanno influito sul suo modo di intendere la pasticceria, ha mantenuto questo spirito di entusiasmo e di forza di volontà. Ci piace definirlo “pasticcere per passione”, un collega umile e pronto ad ascoltare ed interagire con gli altri. Socio della Federazione Italiana Cuochi, interessato alla vita associativa provinciale e  regionale, è stato formatore e ha partecipato a diversi eventi e concorsi. Nel 2017 con il team regionale ha partecipato ai Campionati della Cucina Italiana a Rimini con il dessert al piatto “Lucania 3.0”. Oggi è un componente della Nazionale Italiana Cuochi del comparto “gare”. Per la nostra  rubrica di pasticceria Vincenzo ci presenta un dessert al piatto, con prodotti autunnali del territorio lucano.

Accedi all’articolo originale estratto dal n.339 della rivista IL CUOCO